SACCO VUOTO NON STA IN PIEDI

Il flop annunciato del vertice FAO non ha sorpreso nessuno. Tutte le previsioni della vigilia si sono puntualmente dimostrate fondate: nessuno tirerà fuori un centesimo ma tutti elargiranno consigli pieni di buonsenso e assolutamente vuoti di sostanza.
C’è ancora chi crede alla storiella che a chi ha fame non bisogna dare il pesce ma la canna per pescare e insegnargli a farlo. Peccato che chi muopre di fame il tempo per imparare a pescare non gli basta.
Provate voi a dare la canna da pesca ad uno con il bambino che muore per denutrizione: può succedere che s’incazzi di brutto e, anzichè dirvi grazie, ve la metta in quel posto.
Che il progesso, la ricerca e l’innovazione siano importanti è fuori discussione: ma che far mangiare chi non sta in piedi per la fame costituisca una priorità assoluta è altrettanto fuor di dubbio, perchè lo sapevano anche i nostri nonni che “sacco vuoto non sta in piedi”. Riempito il sacco potremo pensare al resto.
Per intanto, noi che siamo persone civilizzate e sensibili ai problemi del mondo, continuiamo a spiegare ai nostri figli che e non devono lasciare nulla nel piatto, pena il rimorso e il sentirsi in colpa nei confronti dei bambini che muoiono di fame: difficile però che il bambino – magari già fin troppo obeso – riesca a comprendere come vuotare il piatto salvi dalla fame chi non ha neppure un pugno di riso al giorno.
Più semplice cercare di capire se ognuno di noi può cercare, nel proprio piccolo, di fare quello che Governi e Capi di Stato praticamente onnipotenti non possono (o non vogliono) fare.
Per esempio, cosa può fare un fornaio che non conta nulla di fronte a un Obama?
Poco, ma sempre meglio di niente. Pensiamo ad esempio a cosa accadrebbe se un fornaio, uno solo e di quelli piccolini che non fanno più di sessanta chili al giorno di pane, decidesse di destinare un centesimo per ogni chilo venduto a questo fine, potrebbe salvare la vita a due bambini. Bastano infatti 27 centesimi al giorno, fino al compimento del secondo anno di vita, per garantire ad un bimbo una corretta nutrizione e salvarlo dalla denutrizione.
Basta volerlo fare.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...